L'apparenza inganna: sembra plastica ma in realtà è indifferenziata

Updated: Jul 7, 2020

Tutte le plastiche sono riciclabili? Tra i nostri rifiuti si nascondono dei "falsi amici" che a prima vista ci sembrano dei rifiuti di plastica riciclabili, invece andrebbero buttati nel bidone grigio dell'indifferenziata.


Spesso quando facciamo la raccolta differenziata ci capita involontariamente buttare dei rifuti nel contenitore sbagliato. Questo succede perché non siamo abbastanza informati e non riusciamo a identificare i materiali, oppure perché alcuni materiali che andrebbero buttati nell’indifferenziata "ci ingannano” e finiamo per buttarli nel bidone della plastica. Anche se la composizione di questi materiali è in parte di plastica, tuttavia non possono essere riciclati.


Ma quale plastica è riciclabile e, come possiamo riconoscerla?


Gli imballaggi in plastica che noi utilizziamo quotidianamente sono divisi in base al polimero utilizzato e, per ognuno, esiste un'abbreviazione e un codice identificativo di riciclo:


  1. PET (polietilene tereftalato): codice identificativo 1;

  2. HDPE (polietilene ad alta densità): codice identificativo 2;

  3. PVC o V (cloruro di polivinile): codice identificativo 3;

  4. LDPE (polietilene a bassa densità): codice identificativo 4;

  5. PP (polipropilene): codice identificativo 5;

  6. PS (polistirene o polistirolo): codice identificativo 6;

  7. Altre Plastiche: codice identificativo 7.


Se vuoi approfondire l’argomento, dai un’occhiata al nostro articolo sulla composizione dei materiali e il loro utilizzo: https://www.soluzioniplastiche.com/post/come-si-leggono-i-simboli-nascosti-sulle-confezioni-di-plastica?fbclid=IwAR3oPisHoKzNHXLuCHqa_lTIy_qctRFaAkcLb1793MwhxWSSuISk1DBzz0Y


Come riconoscere la plastica riciclabile da quella non riciclabile?


Il COREPLA (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica) ci ha fornito una lista molto dettagliata che spiega quali rifiuti sono ricavabili e quali invece non lo sono.


Nella raccolta differenziata vanno gettati:


  • le bottiglie di acqua e di altre bevande;

  • i flaconi dei detersivi;

  • le vaschette dei salumi e dei formaggi confezionati;

  • le vaschette per alimenti, come quelle utilizzate per l’imballaggio della carne ad esempio;

  • piatti e bicchieri in plastica;

  • flaconi con spruzzino, come quello degli sgrassatori ad esempio;

  • flaconi di bagnoschiuma e shampoo;

  • flaconi del Ketchup;

  • i barattoli dello yogurt;

  • le vaschette del gelato in polistirolo (il polistirolo, infatti, va nella plastica);

  • i vassoi di cioccolatini;

  • i sacchetti di patatine, snack e merendine;

  • i flaconi di sapone liquido con erogatore;

  • l’imballaggio esterno delle confezioni di acqua e bevande;

  • shopper e buste della spesa (anche quelle biodegradabili);

  • blister preformati, come le confezioni delle lampadine a led ad esempio;

  • sacchetti della pasta;

  • vaschette portauova;

  • imballaggi degli elettrodomestici (polistirolo, fascette, involucri);

  • bottigliette delle bibite;

  • vaschette per frutta e verdura.


Invece gli oggetti che NON vanno messi nella raccolta differenziata della plastica, e quindi smaltiti nell'indifferenziata oppure all'ecocentro del nostro comune:


  • utensili da cucina;

  • bacinelle;

  • pennarelli, penne, squadrette, righelli;

  • tubi di irrigazione;

  • giocattoli in plastica;

  • palloni;

  • cartelline portadocumenti in plastica;

  • barattoli di plastica;

  • frullatori;

  • tastiera e mouse del computer;

  • CD;

  • sedie in plastica, come quelle da giardino ad esempio;

  • occhiali;

  • pannolini (alcuni impianti stanno sperimentando il riciclo dei pannolini);

  • posate in plastica;

  • siringhe;

  • sottovasi.


Fortunatamente, adesso la maggior parte dei produttori indicano sull’imballaggio le modalità di smaltimento del rifiuto, rendendo ancora più semplice e immediato fare la raccolta differenziata. Anche chi non se ne intende e possiede delle conoscenze generiche a riguardo può leggere le informazioni dietro la scatola e gettarle i rifiuti nell'apposito contenitore.


Invitiamo tutti i nostri lettori a partecipare alla raccolta differenziata, informarsi e aggiornare le proprie conoscenze per promuovere la sostenibilità del nostro pianeta.

Ognuno di noi può fare la propria piccola parte per salvare l'ambiente.


Fonti:


https://www.fasda.it/quale-plastica-e-riciclabile/

http://www.corepla.it/cosa-si-mette-nella-raccolta-differenziata

50 views0 comments

Recent Posts

See All