“Ocean Plastic Innovation Challenge”: una sfida all'insegna della creatività

Updated: Jul 7, 2020

Francia, Cile e Germania sono i vincitori di questo originale concorso.



La Ocean Plastic Innovation Challenge, organizzata da National Geographic e Sky Ocean Ventures, è una competizione che ha coinvolto diversi team provenienti da tutto il mondo. L’obiettivo principale è stato quello di sviluppare nuove soluzioni per affrontare la crisi mondiale dei rifiuti in plastica. I numerosi partecipanti, dotati di elevate capacità di problem solving, hanno gareggiato per vincere dei cospicui premi in denaro (per un totale di 1,3 milioni di dollari) e per dar vita ai loro progetti. Questa sfida tra menti brillanti si è svolta nel corso del 2019 e si è focalizzata su tre diverse strategie d’azione volte a combattere questa crisi ambientale:


  • Design: progettare valide alternative alla plastica monouso. Questa strategia ha identificato soluzioni pragmatiche e investibili per migliorare gli imballaggi e i contenitori di alimenti e bevande. Le squadre hanno partecipato nelle seguenti categorie: imballaggi per alimenti e contenitori per bevande.

  • Economia Circolare: identificare opportunità per ridurre e riutilizzare i rifiuti di plastica industriale attraverso la supply chain. I team hanno gareggiato nelle seguenti categorie: modello di business o soluzione tecnologica.

  • Visualizzazione dei dati: comunicare efficacemente la necessità di agire attraverso la visualizzazione dei dati. Questa traccia ha sfidato i team a rappresentare una serie di dati pertinenti e credibili relativi alla sfida globale dei rifiuti di plastica come strumento di informazione e consapevolezza.



Chi sono i vincitori?


I vincitori per ciascuna delle tre categorie sono stati selezionati da un gruppo di quasi 300 team provenienti da tutto il mondo e utilizzeranno il premio di 300.000 dollari per implementare i loro progetti finalizzati a ridurre la quantità di plastica monouso negli oceani.


Per la categoria “Design” il team vincitore è il team Qwarzo dalla Francia. Questo gruppo ha sviluppato una tecnologia senza precedenti che fornisce un nuovo materiale riciclabile, biodegradabile e compostabile al 100% per sostituire completamente la plastica monouso in numerose applicazioni, come cucchiaini da caffè, posate, cannucce e altre confezioni. Uno dei vantaggi di questo nuovo materiale è che esso può essere prodotto a costi relativamente bassi.


Il primo posto della categoria “Economia circolare” è stato assegnato al gruppo cileno Algramo, che sta sviluppando una tecnologia di imballaggio e distribuzione per consentire ai migliori marchi di consumo di vendere i loro prodotti ai costi più bassi possibili in imballaggi convenienti, intelligenti e riutilizzabili. Il progetto è attualmente in fase di sperimentazione con Unilever Chile.


Infine, il team #PerpetualPlastic si aggiudica la prima posizione nella categoria “Visualizzazione dei dati”. La squadra tedesca ha creato sculture e rappresentazioni artistiche utilizzando decine di infradito abbandonate sulle spiagge di Bali che rappresentano i percorsi e il destino di tutte le materie plastiche mai prodotte.



La Ocean Plastic Innovation Challenge fa parte della campagna "Planet or Plastic?" di National Geographic, un impegno globale per ridurre in modo significativo la quantità di plastica monouso che raggiunge l'oceano aumentando la consapevolezza, elevando la scienza e l'istruzione, promuovendo l'innovazione e stimolando l'azione.




Fonti:

https://www.nationalgeographic.org/funding-opportunities/innovation-challenges/plastic/


https://www.repubblica.it/ambiente/2019/12/12/news/ocean_plastic_innovation_challange_sul_podio_cile_francia_e_germania-243295161/

33 views0 comments

Recent Posts

See All